Cosplay, incontri e comunicazione: il collante è composto da Otaku

Spread the love

Gli Otaku nel mondo sono davvero tanti, basta dare un’occhiata al sito per eccellenza per quanto riguarda le statistiche delle parole chiave, Google Trade, per comprendere a pieno il valore e l’importanza di questo nome.

Otaku e Cosplay viaggiano sullo stesso binario, essendo il primo un genitore adottivo per il secondo. A te che ci stai leggendo, sono sicuro che sono in tanti ad amare mondo dei cosplayers tanto quanto te e, sono altrettanto convinto che anche speri nel giorni in cui tu ti possa connettere con tutti loro.

Questo sogno è in parte divenuto realtà al giorno d’oggi, grazie ai social network come Facebook e Twitch e ai canali video, come Youtube o Vimeo, tuttavia esistono i metodi tradizionali le classiche “catene” i classici “raduni” che nel tempo si sono evoluti invece che scomparire.

A fare da collante tra i classici metodi di incontro e l’evoluzione del Cosplay, sono stati senza dubbio alcuno gli Otaku, grazie ad essi e grazie al mondo nipponico – basato sulla valorizzazione del gruppo – le piattaforme online del momento sono divenute il trampolino di lancio per valorizzare il piacere del confronto.

Nel mondo del Cosplay, infatti, non è stata la globalizzazione e il repentino avanzamento di quest’ultima a scardinare lo spesso muro delle culturali o etniche, le differenze di ceto o religiose, il grande contributo l’ha dato il forte spirito di aggregazione presente negli ambienti scolastici giapponesi, trapiantato egregiamente nel nostro amatissimo settore.

Il portale Otaku Mode ha avuto modo di affrontare il tema esaminando con minuzia il Social Network Sistem internazionale dedicato esclusivamente al Cosplay e conosciuto ai tanti del settore col nome di: Cosplay.Global, evidenziandone le grandi funzionalità atte a rendere la conoscenza tra cosplayers molto più semplice.

Noi della Mankey News, possiamo dire che Cosplay.Global rappresenta il lato sano dei punti informativi sul settore, un elemento dell’online che si discosta dai trend del momento per valorizzare i principi di dialogo e comunicativi che rendono il Cosplay la passione ideale per tutte le età.

Uno dei concetti antichissimi e fortemente giapponese che gli Otaku hanno tramandato ai cosplayers, è senza dubbio il significato racchiuso dall’ideogramma AI, letteralmente “amore e armonia verso tutti”, sia nelle fiere che negli incontri “real” tra cosplayers si trasmette, su grandi linee, proprio questo messaggio.

E, se il web ha avuto modo di influenzare solo positivamente il Cosplay, attraverso importanti vettori come Cosplay.Global, le fiere non diventano l’unico modo per stabilire un punto di incontro tra i cosplayers nel mondo, gli appassionati riescono a trovare nelle culture del Sol Levante quel trampolino di lancio per colmare le distanze geografiche.

Giorno dopo giorno si organizzano set fotografici privati e intere feste a tema Cosplay, luoghi colmi di magia e passione dove l’unico comune denominatore è la condivisione, si tratta di un lato umano tipico di questo settore e forse un modello per scacciare via i pericoli generati dall’eccessiva informatizzazione del mondo.

Ebbene sì, se c’è un fattore che ha reso il Cosplay un colosso ricco di elementi positivi, è sicuramente il mondo degli Otaku, un’entità composta da un numero indefinito di anime che sorprendentemente obbliga il web e la tecnologia ad adeguarsi o, in alcuni incredibili casi, ad escludersi.

La risposta che vorremmo, dunque, dare ai lettori che ci stanno ascoltando è: poiché questa magica storia sembra riuscire a coinvolgere veramente tutti, cosa aspettate? Sperimentate anche voi le evoluzioni alle classiche reti di amicizie di un tempo! La verità è che potremmo andare avanti a descrivere i pregi di queste esperienze uniche, ma il vero divertimento è provarlo con te.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *