Aerith e Cloud di Stefania e Marco, due Cosplay che ci rappresentano

Spread the love

CUSPLAY 2018. Inclusività, è questa la parola d’ordine che fiorisce quando a realizzare un Cosplay di coppia sono: Stefania Leo e Marco Pallara, due ragazzi che esprimono sempre il loro amore attraverso questo settore attraverso la pagina: Airid & Kaito.

Fino a tempi recenti il termine “inclusività” era davvero trascurato, poco sentito e solitamente faceva riferimento agli aspetti sociali e politici più farraginosi, decisamente lontani dal succo della questione, quella concretezza che solo il Cosplay ci poteva offrire.

Infatti, grazie a questo settore e a cosplayers come Stefania e Marco che lo rendono a dir poco magico, anche i pensieri più contorti o più nascosti, divengono chiari e limpidi, riuscendo così ad estendersi verso che ne sa cogliere a pieno il beneficio.

Il dizionario recita, in merito all’inclusività, quanto segue:  «tendenza ad estendere a quanti più soggetti possibili il godimento di un diritto o la partecipazione a un sistema o a un’attività» ed è proprio questo che abbiamo l’onore di ricevere grazie a questi due straordinari ragazzi.

I Cosplay di Aerith Gainsborough e Cloud Strife del celebre serie Final Fantasy VII hanno avuto modo di risvegliare in noi il concetto di “relazione di un beneficio”: una sorta di collettivismo di sensazioni, l’universalità dei sentimenti attraverso l’arte.

L’amore, la sofferenza, i ricordi di un passato doloroso, il richiamo alla vita, la paura della morte, sono tutte sensazioni genuine e forti che si rifanno alle dinamiche primordiali delle relazioni umane e, grazie all’intervento dei due cosplayers, abbiamo modo di riviverle come se fossimo trasportati dal vortice che investì Paolo e Francesca.

Aerith è una ragazza che estende un fascino e una dolcezza unica, si tratta di un personaggio veramente importante che grazie ad importanti principi come la condivisione spazza via le molestie e le sevizie del passato.

Cloud Strife è un personaggio davvero straordinario, negli anni è stato davvero il baluardo della serie, riuscendo a portare in alto non solo il nome, bensì l’intero game. Possiamo dire con certezza che la gran parte delle recensioni positive ottenute da Final fantasy VII e ricevute dalla critica, sono senza dubbio merito suo.

Il mercenario a servizio dell’organizzazione ecoterrorista “Avalanche”, che col tempo dimostra di avere un cuore immenso e di essere legato fortemente ad Aerith, oltre che ai valori da lei rappresentati con una innata energia.

In parole povere, l’obbiettivo di Stefania e Marco è andato a segno, sulle soglie di un futuro fatto di globalizzazione, mancanza di diritti e vincoli commerciali, nel mondo del Cosplay esistono veri messaggi di eguaglianza, legami che nascono senza sovrastrutture e a stabilirli non è il dio denaro, ma le performance artistiche.

Nella parola inclusività risiedono i due geni pugliesi che, coadiuvati dagli eccellenti scatti di, Aleksey Kafanov, ci deliziano con le loro due opere d’arte: Arith e Cloud. Una esposizione da non perdere.

FOTO

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *