Il Cosplay e la crisi degli anime e manga, l’editoriale del direttore

Spread the love

La crisi degli anime e manga continua? E che ruolo ha il mondo del Cosplay in tutto questo? Analizziamo passo per passo questo tema

Sebbene esistono moltissimi pareri correlati a questa vicenda, sono in tanti a credere che la crisi degli anime e dei manga – quella che ha afflitto il trend degli negli ultimi 10 anni – non ha raggiunto il suo apice. Alcuni parlano di penuria di artisti, altri parlano di condizioni di lavoro critiche ed altri ancora analizzano la questione dal punto di vista del lettore, dando la colpa alla grafica computerizzata.

Tuttavia, entrando nel nostro campo, cosa ha offerto il mondo del Cosplay a quello degli anime e dei manga? Alcuni esperti analizzano la buona riuscita delle opere in base all’impatto che hanno nei palcoscenici fieristici internazionali e tra i cosplayers, il che può sembrare riduttivo, ma a mio parere è estremamente efficace.

Le vecchie opere come Slam Dunk, Tiger Mask, Lamù, Lupin ecc. Si mescolano alla perfezione con i moderni Nekopara, Oregairu e i seriali, come Berserk e One Piece, il tutto si muove all’interno di un vortice estremamente poliedrico e in continua espansione, in grado anche di confrontarsi di riflesso con altre realtà.

Come abbiamo raccontato in altri articoli, il vecchio nerd, quello che “tu non capisci niente” relegato ai margini della società, ha lasciato lo spazio a modelle, disc jockey e artisti di varia natura in grado di rendere plasmare il Cosplay a loro uso e consumo, uniti a cosplayers in grado di trasformare questa passione in una vera e propria professione, gratificante e di successo

Stando a quanto detto fino ad ora, i classici disegni un po’ sporchi, quelle imperfezioni che hanno caratterizzato il trentennio d’oro (’70, ’80 e ’90) e che tanto sono state amate da collezionisti e fan di qualsivoglia natura, potrebbero non tornare mai più, lasciando così lo spazio al Cosplay che diviene, conseguentemente, il filo conduttore tra il mercato e gli appassionati.

Il Cosplay si pregna, dunque, di valori simbolici non dissimili da quelli iniziatici, in quanto molti autori debbono tutto a questa forma d’arte e le loro idee divengono, di fatto, forza per i cosplayers stessi.

Dunque, un cosplayer in questo momento può divenire il cosiddetto ago della bilancia, inflenzando, così, la crescita degli anime e dei manga nell’era moderna. Anche perché, se esiste una crisi, essa può essere utilizzata come leva per scegliere altre strade o percorrere un cammino tutto in discesa.

Il termine crisi, infatti, non lo valuto dal punto di vista catastrofistico, bensì si tratta di una grande opportunità da cogliere (ammesso che esista) con un approccio cartesiano.

LEGGI ANCHE

https://www.mankeynews.com/2019/11/08/lucca-comics-polemiche/

https://www.mankeynews.com/2019/05/06/cosplay-e-arti-marziali-i-cinque-personaggi-che-ci-ispirano-leditoriale-del-direttore/

https://www.mankeynews.com/2019/04/27/cosplay-il-performer-puo-correggere-i-difetti-di-un-costume-leditoriale-del-direttore/

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *