Cosplay, una grande magia senza tempo: editoriale del direttore

In un mondo così compromesso da battaglie politiche, numerose guerre commerciali, minacce belliche, problemi correlati all’effetto serra e all’avvento di innumerevoli piaghe sociali, il mondo del Cosplay diviene un’arma, una difesa determinante per la crescita culturale e – perché no – anche spirituale di chi riesce a viverlo in tutta la sua pienezza.

Ed è questo il messaggio che io, Antonio Bassano – direttore responsabile del quotidiano indipendente “mankeynews.com” desidero divulgare a coloro che ci seguono da anni, uno scritto che desidero un po’ riassumere i principi del nostro modo di lavorare e del nostro modo di vivere questo settore.

Da quando è nato il mondo del Cosplay è stato spesso ostaggio da piccole invidie e beghe, persone che hanno in qualche modo sfruttato le contraddizioni e gli errori – che in un fenomeno di costume umano possono sempre esistere – al fine di generare inimicizie sterili o di tirare in qualche modo “l’acqua al proprio mulino”.

In passato mi son schierato contro coloro che promulgavano modo di vedere il Cosplay diverso dal mio, un luogo dove critiche aspre o offese – spesso anche al limite del penale – potessero avere luogo, sia nel web che nei palcoscenici fieristici internazionali, forti del fatto che sono stati commessi errori dai cosplayers. Personalmente, ritengo che sia facile criticare competitor o ragazze che – nel bene e nel male – ci mettono la faccia, un po’ come facciamo noi, divenendo le anime delle fiere e dei vari photo-set dilaganti nei social, il difficile è riuscire a comprendere ciò che desiderano comunicare o suscitare nell’ammiratore con le loro skill e questo è sempre stato il nostro obbiettivo.

Ora, sarà che sono un po’ invecchiato, sarà che ho ben compreso che scontrarsi testa a testa con i cosiddetto haters è solo tempo perso, desidero aprire ai cosplayers le porte e rimanere sintonizzati con loro per quel che concerne la sfera delle idee. Dico questo perché è un bene sapere che è solo con la presentazione di nuove e bellissime opere, è solo grazie alle idee ingegnose – come fiere e raduni a tema, mercatini,  sincronismi con sottoculture e nuove opportunità di photo-set suggestivi – possiamo annullare, sia a livello comunicativo che a livello rappresentativo, la shame-machine innescata da anni a danno delle comunità Cosplay.

Per tanto, chiunque desidera contattare la redazione per proporre nuove iniziative finalizzate alla creazione di eventi a tema Cosplay (cerchiamo prodotti innovativi) contattatemi su Facebook e cercheremo di confluire questi lampi di genio alle migliori organizzazioni nazionali del settore. Proponete e lavoriamo insieme, a me ad esempio immagino un raduno Cosplay a tema con all’interno un concorso dove youtuber amatoriali realizzano dei video dedicati ai cosplayers e il migliore riceve un premio. Come vedete, le idee possono essere molteplici, se andranno in porto avremmo anche modo di realizzare una rubrica a tema.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *